RICORSO CARTA DEL DOCENTE

RICORSO CARTA DOCENTE – € 500

Escludere dal novero dei beneficiari della “carta del docente” il personale con contratto a tempo determinato è irragionevole e contrario ai principi di non discriminazione e di buon andamento della P.A. e contrasta con l’esigenza di permettere un adeguato aggiornamento professionale a tutto il personale docente.

In sintesi, è così che il Consiglio di Stato con la Sentenza n. 1842/2022 del 16.03.2022 ha riconosciuto anche ai docenti non di ruolo il diritto ad usufruire del beneficio economico di euro 500,00 annui erogati per il tramite della carta del docente.
Dello stesso parere è anche la Corte di Cassazione che, con la Sentenza n. 29961 pubblicata il 27 Ottobre 2023, ha ribadito con motivazioni irreprensibili, il diritto dei docenti precari ad ottenere il beneficio della c.d. Carta Docente.


Secondo il giudice amministrativo, invero, ricorrerebbe un contrasto “con l’esigenza del sistema scolastico di far sì che sia tutto il personale docente – e non certo esclusivamente quello di ruolo – a poter conseguire un livello adeguato di aggiornamento professionale e di formazione, affinché sia garantita la qualità dell’insegnamento complessivo fornito agli studenti” corrispondente al canone di buona amministrazione.

Non di meno, il giudice della Suprema Corte, investito della questione, ha enunciato il seguente principio di diritto “La Carta Docente di cui all’art. 1, comma 121, L. 107/2015 spetta ai docenti non di ruolo che ricevano incarichi annuali fino al 31.8, ai sensi dell’art. 4, comma 1, L. n. 124 del 1999 o incarichi per docenza fino al termine delle attività di didattiche, ovverosia fino al 30.6, ai sensi dell’art. 4, comma secondo, della L. n. 124 del 1999, senza che rilevi l’omessa presentazione, a suo tempo, di una domanda in tal senso diretta al Ministero“.

A tali dirimenti pronunce si sono uniformati anche svariati Tribunali Ordinari in funzione di Giudice del Lavoro. Molti di questi erano stati chiamati a pronunciarsi su ricorsi per il riconoscimento della carta del docente patrocinati dagli avvocati dello studio legale di Giustizia Scuola. I quali sono, ormai, concordi nel riconoscere il summenzionato beneficio economico anche in favore dei docenti precari.

Il ricorso carta docente proposto dai legali di “Giustizia Scuola” avrà ad oggetto il riconoscimento della “carta elettronica per la formazione dei docenti” per gli ultimi 5 anni di servizio. Questi ultimi prestati alle dipendenze dell’amministrazione scolastica sulla scorta di plurimi contratti di lavoro a tempo determinato, al fine di ottenere un importo economico fino ad un massimo di € 2.500,00.

ricorso carta del docente bonus cinquecento euro

QUANTO COSTA ADERIRE AL RICORSO?

Il ricorso è gratuito e non comporta l’iscrizione ad alcun sindacato/associazione


COME ADERIRE?

Per qualsiasi informazione su come poter aderire al ricorso in questione, sulle modalità e tempistiche puoi alternativamente:

  • Chiamare oppure inviare un messaggio WhatsApp al seguente numero: +39 334 223 9338
  • Inviare mail al seguente indirizzo di posta elettronica: giustiziascuola@gmail.com
  • Compilare il form sottostante

Per consultare i ricorsi vinti della CARTA DEL DOCENTE clicca QUI

ricorso carta docente Bonus docenti ai precari

Contattaci

Incontriamoci in sede

Per fissare un appuntamento inviare una mail all'indirizzo giustiziascuola@gmail.com
oppure
contattaci al +39 334 223 9338