Illegittima reiterazione contratti al 31 Agosto: Vinto Ricorso

Il Tribunale di Napoli ha condannato il MIM a corrispondere 9.000 € ad una docente di Religione precaria vittima di reiterazione dei contratti al 31 agosto


reiterazione contratti a termine


Il Tribunale di Napoli in funzione di Giudice del Lavoro ha accolto l’ennesimo ricorso in favore di un’insegnante di religione vittima di reiterazione di contratti di lavoro a tempo determinato fino al 31 Agosto.

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito è stato così condannato a corrispondere la somma di € 9.000,00 a titolo di risarcimento del danno cd. “Eurounitario”.

MOTIVI DEL RICORSO PER L’ILLEGITTIMA REITERAZIONE DEI CONTRATTI A TERMINE

Nello specifico, la docente lamentava di aver prestato servizio alle dipendenze del Ministero dell’Istruzione e del Merito, continuativamente, dall’anno 2013/2014 fino all’anno 2019/20 in virtù di reiterati contratti di lavoro a tempo determinato su organico di diritto.

Da tempo la Corte di Giustizia Europea ha stabilito che è illegittimo rinnovare i contratti di lavoro a tempo determinato oltre i 36 mesi se non vi siano ragioni obiettive.

Una simile condotta, ad avviso dei Giudici Comunitari, è in aperto contrasto con la clausola 5 dell’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato che figura in allegato alla direttiva 1999/70/CE.

Seguendo la linea tracciata dai Giudici Europei, la Corte di Cassazione – Sez. Lav. – con la sentenza n. 38101 del 2022 ha stabilito quanto segue: costituisce abuso nell’utilizzazione della contrattazione a termine sia il protrarsi di rapporti annuali a rinnovo automatico, o comunque senza soluzione di continuità per un periodo superiore a tre annualità scolastiche, in mancanza di indizione del concorso triennale, sia l’utilizzazione discontinua del docente, in talune annualità, per ragioni di eccedenza rispetto al fabbisogno, a condizione, in quest’ultimo caso, che si determini una durata complessiva di rapporti a termine superiore alle tre annualità, sorgendo, in tutte le menzionate ipotesi di abuso, il diritto dei docenti al risarcimento del danno c.d. Eurounitario, oltre al ristoro, se provato, del maggior danno sofferto.

CONCLUSIONI

Sulla scorta di tali motivazioni, chiunque è vittima di reiterati contratti di lavoro al 31 Agosto oltre il terzo anno di servizio, potrà rivolgersi allo studio legale di Giustiziascuola al fine di ottenere il giusto risarcimento del danno.

COME OTTENERE IL RISARCIMENTO PER ILLEGITTIMA REITERAZIONE DEI CONTRATTI A TERMINE

Per ottenere il risarcimento per l’illegittima reiterazione dei contratti al 31 agosto sarà necessario proporre ricorso al Tribunale territorialmente competente.
Per maggiori informazioni è possibile raggiungere la pagina dedicata cliccando il seguente Link>> Ricorso Reiterazione contratti a termine

Invitiamo alternativamente a:
– Chiamare oppure inviare un messaggio WhatsApp al seguente numero: +39 334 223 9338.
– Inviare mail al seguente indirizzo di posta elettronica: giustiziascuola@gmail.com.
– Compilare il form sottostante.

Contattaci

Incontriamoci in sede

Per fissare un appuntamento inviare una mail all'indirizzo giustiziascuola@gmail.com
oppure
contattaci al +39 334 223 9338